Regolamento

REGOLAMENTO

BLUE KNIGHTS LAW ENFORCEMENT MOTORCYCLE CLUB - Chapter ITALY II Torino.

Titolo I

 Norme generali

ART. 1

Chiunque fa o intenda far parte dell’Associazione motociclistica denominata Blue Knights Law Enforcement Motorcycle Club – Chapter  Italy II Torino, dichiara di accettare ed osservare il presente regolamento.

Art. 2

Ogni iscritto all’Associazione motociclistica Blue Knights Law Enforcement Motorcycle Club – Chapter  Italy II Torino  quando opera in nome e per conto dell’associazione, deve perseguire esclusivamente finalità di interesse generale ed utilità sociale, nel rispetto delle leggi, dello statuto  e del presente regolamento.

Titolo II

 Gerarchia

Art. 3

Diritti dei soci

Tutti i soci hanno gli stessi diritti, ma nell’ambito dell’associazione, viene stabilita una gerarchia che ha solo funzione amministrativa e gestionale, il personale che detiene una carica in seno all’associazione, oltre a quanto stabilito dallo statuto, deve controllare la corretta applicazione e l’esecuzione del presente regolamento.

Art 4

Gerarchia Amministrativa e gestionale

 Il socio appartenente ai Blue Knights Italy II, è tenuto ai doveri derivanti dalle norme del regolamento e all’esecuzione di quanto richiesto dai soci che detengono o no  una carica direttiva, in ossequio alla scala sotto riportata,  sempre che la richiesta non sia in contrasto con il regolamento e che venga fatta  con il massimo rispetto per la persona.

Le cariche dei soci con funzioni Direttive all’interno dell’associazione, sono così distinte:

- PRESIDENTE

- VICE PRESIDENTE

- TESORIERE

- DIRECTOR

- VICE DIRECTOR

- SEGRETARIO

- ROAD CAPTAIN

- SERGEANT AT ARMS (cerimoniere)

 Le cariche dei soci senza funzioni all’interno dell’associazione, sono così distinte:

 - FULL COLOR

-  PROBATIONARY

-  PROSPECT

-  HANGAROUND

 Titolo III

 Doveri Generali e Particolari

Art. 5

Rispetto tra i soci

Ogni socio, deve proporsi agli altri con il massimo rispetto e cortesia, non sono ammessi atti di prevaricazione di qualsiasi genere se non quelli regolamentati per la corretta e necessaria gestione del club.

Ogni socio ha il dovere di denunciare al Direttivo qualsiasi atteggiamento di altro socio (anche se del Direttivo) che possa minare la rispettabilità o l’imparzialità dell’organizzazione motociclistica Blue Knights Italy II. 

Ogni socio ha il dovere di tenere alto il buon nome dei Blue Knights, è pertanto vietato al socio di denigrare l’organizzazione.

FUNZIONE GERARCHICA

 Art. 6

Custodia dei materiali B.K

I soci hanno il  dovere di custodire con la massima diligenza ogni bene mobile ed immobile appartenente al club, hanno altresì il diritto di pretendere che i beni del Club siano di patrimonio comune e vengano utilizzati per le attività associative.

I fregi distintivi dei Blue Knights Italy II cd. “Colori”, sono di proprietà del Club, vengono assegnati ai soci durante la vita associativa, e riconsegnati dagli stessi in caso di dimissioni o allontanamento forzato dal club.

Il socio che, per qualsiasi motivo, abbia versato all’associazione la somma corrispondente alla spesa sostenuta dal club per l’acquisto dei “colori” NON È TENUTO AD ALCUN RIMBORSO ed essi sono di esclusiva proprietà del club.

 Art.7

Gilet e “Colori”

Gli appartenenti all’Associazione Blue Knights Italy II vestono, come segno di appartenenza all’associazione, un gilet di colore azzurro completo dei segni distintivi ad ognuno assegnati in base alle cariche rivestite e secondo l’ordine sotto riportato.

E’ Vietato indossare il gilet con i “Colori” quando la partecipazione a manifestazioni non indette dai Blue Knights,  possa ragionevolmente far pensare di  dare origine a turbative dell’ordine e della sicurezza pubblica. Ogni socio, potrà avere un secondo gilet con i “colori”, che potrà decorare a piacere ed essere indossato esclusivamente nei meeteng stranieri.

 HANGAROUND:

Porta solo una fascetta con la scritta Blue Knights Motorcycle Club sulla parte destra del petto;

 PROSPECT:

Aggiunge a quanto sopra, sul retro del gilet,  la mezzaluna inferiore con scritto ITALY – II e  i due acronimi laterali LE e MC rispettivamente a sinistra e a destra  in alto di circa 3 cm della mezzaluna; inferiore.

PROBATIONARY: Aggiunge a quanto sopra, sul retro del gilet, la mezzaluna superiore con scritta BLUE KNIGHTS;

FULL COLOR:

Aggiunge a quanto sopra, il cavaliere nel centro delle scritte poste su retro del gilet.

 CARICHE DIRETTIVE:

La carica direttiva,  è rappresentata da una fascetta bianca e bleu con la scritta della carica che rappresenta e viene cucita sulla parte sinistra del petto del gilet alla stessa altezza della fascetta sinistra.

Possono essere aggiunti ai gilet, segni e simboli distintivi dei Blue Knights, in accordo con i direttivi e secondo le modalità decise e deliberate di volta in volta.

Sono sempre autorizzati i fregi distintivi dei B.K. acquisiti durante la partecipazione a convegni nazionali o stranieri o per il superamento di determinate prove.

 Titolo IV

Vita associativa

 Art.8

Iscrizione ed avanzamenti

All’atto dell’iscrizione il socio entra a far parte della famiglia dei Blue Knights, successivamente,  gli verrà rilasciata una tessera e un attestato di socio che perverrà dalla sede di Bangor nel MAINE (USA).

Ogni socio entrerà con la qualifica di HANGAROUND, decorsi 6 mesi dal suo ingresso, progredirà alla qualifica di PROSPECT decorsi ulteriori 6 mesi nella predetta qualifica, diverrà PROBATIONARY e con ulteriori 6 mesi ,FULL COLOR.

La progressione avverrà nei tempi stabiliti  salvo diverso e motivato parere del direttivo. Per particolari meriti e su delibera dell’assemblea dei soci, ogni passaggio può essere decurtato sino alla metà ( 3 mesi) per non più di due volte totali.

La comprovata partecipazioni a raduni esteri dei Blue Knights, decurta i tempi di avanzamento di 2 (due) mesi per il passaggio di ogni  qualifica superiore,  se ciò avviene nel periodo dei due mesi finali della qualifica,  si abbona il  periodo alla qualifica successiva salvo che questa non sia FULL COLOR, nel qual caso, se possibile, viene concessa direttamente al meeting straniero. Il  periodo abbonato alla qualifica successiva, si potrà sommare ad altro eventuale periodo di decurtazione meritato nella qualifica stessa.  Il passaggio alla qualifica superiore  avviene , quando possibile,  per mezzo di una cerimonia durante un meeteng., negli altri casi durante incontri locali.  

 

Titolo V

Cariche direttive

 Art.9

Modalità elettive, durata e sfiducia

Le cariche Direttive, sono elette dall’assemblea dei soci con le modalità previste dallo statuto, possono essere eletti solo i FULL COLOR.

La durata in carica è di anni 2 (due); ogni carica direttiva decade prima della scadenza  per dimissioni o per sfiducia dell’assemblea dei soci.

La carica sottoposta a voto di fiducia non vota e, in caso di parità dei soci, il voto del Presidente vale doppio; se è lo stesso Presidente ad essere sottoposto al voto di fiducia, in caso di parità il voto del Vice presidente vale doppio.

 Art. 10

Diritti e doveri delle Cariche

 Ogni carica direttiva ha la sua peculiarità e responsabilità, e, oltre a quanto già previsto dallo statuto,  osserverà le seguenti funzioni:

 PRESIDENTE: Rappresenta i Bue Knights Italy II in Italia e nel Mondo, secondo le modalità deliberate dall’assemblea dei soci, agisce d’iniziativa, solo se le condizioni sono tali da non poter riunire in tempo utile l’assemblea dei soci, nel qual caso, risponde personalmente di quanto avviene. Tiene i contatti con i Chapters esteri, con gli USA e l’Europeo. Infligge la sanzione disciplinare di cui all’art.12 Se messo in sfiducia dall’Assemblea dei soci, decade automaticamente con delibera.

 VICE PRESIDENTE: Rappresenta il Presidente in sua assenza e ne acquisisce i poteri e gli oneri. Se messo in sfiducia dall’Assemblea dei soci, decade automaticamente con delibera.

 TESORIERE: Rappresenta la gestione patrimoniale dei B.K., è responsabile della tenuta dei registri e dei libri contabili, salvo le spese di gestione, deve obbligatoriamente presentare preventivo di spesa per feste o altre uscite straordinarie all’assemblea dei soci, i quali ne autorizzano la spesa con riserve in maggiorazione o difetto. Se messo in sfiducia dall’Assemblea dei soci, decade automaticamente con delibera.

 DIRECTOR: Rappresenta i Blue Knights Italy II in ambito locale, è responsabile dei soci posti sotto il suo circondario, promuove motogiri,  riunioni e partecipazioni a incontri con eventuali altri gruppi motociclistici;  tiene i contatti con il Presidente o chi ne fa le veci per le questioni nazionali. Ha la funzione di coordinamento con i Director degli altri Chpaters nazionali, per quanto riguarda l’aspetto organizzativo e gestionale, al fine di raggiungere una linea di conduzione unitaria dei B.K. italiani, soprattutto per ciò che riguarda l’immagine esterna del club, nonché per evitare sovrapposizioni di meeting e l’organizzazione di eventi B.K. da ritenersi inopportuni.

 VICE DIRECTOR: Coadiuva sempre il Director in ogni sua funzione, lo rappresenta e ne assume le responsabilità quando questo è assente.

 SEGRETARIO: E’ responsabile della verbalizzazione di ogni riunione, sia esso in campo Nazionale che locale, si adopera per la verifica del numero legale dei presenti alle riunioni, è responsabile della gestione burocratica della struttura sia nazionale che locale.

 ROAD CAPTAIN: Promuove e organizza i viaggi della Struttura locale dei Blue Knights, Precede tutti i B.K.  nelle sfilate in motocicletta ed apre il corteo,  viene preceduto solo dal Presidente .

SERGEANT AT ARMS: E’ il motore dei Blue Knights Italy II, ha la responsabilità e la gestione dei nuovi soci, ne segue la partecipazione alle attività sociali, ne controlla gli atteggiamenti e verifica che seguano gli scopi fissati dallo statuto e dal regolamento,  verifica e attesta la partecipazione a convegni esteri per quanto stabilito dall’Art. 8. Compito principale del Sergeant è quello di controllare che tutti i soci si attengano alle norme dello statuto e al regolamento, e che le oro azioni non possano nuocere al buon nome dei B.K.. A tal fine comunica agli organi direttivi, senza intraprendere alcuna iniziativa personale nei confronti dei Full Color, sulle eventuali presunte mancanze. 

  

Titolo VI

 Disciplina

Art.11

Sanzioni

Tutti i soci iscritti all’associazione motociclistica denominata Blue Knights Italy II,  qualora venissero ritenuti  inosservanti alle norme statutarie,  a quelle del presente regolamento o a quelle del buon senso comune, saranno soggetti alle seguenti sanzioni:

 - RICHIAMO

-  SOSPENSIONE

-  ESPULSIONE

Le predette sanzioni devono essere graduate, nella misura, in relazione alla gravità dell’infrazione ed alle conseguenze che le stesse hanno prodotto ai Blue Knights Italy II.

 ART.12

 Richiamo

Il RICHIAMO, consiste in un ammonimento con cui vengono sanzionate lievi mancanze, relative al comportamento che non intaccano i nome dei Blue Knights; viene inflitto dal Presidente a sua discrezione, d’iniziativa o su segnalazione di un socio, per gli Hangaround, Prospect o Probationary, comporta il ritardo d’avanzamento di 3 (tre) mesi per la sola successiva qualifica. Deve essere messo a verbale nella prima assemblea dei soci.

 ART. 13

Sospensione

La SOSPENSIONE consiste nell’allontanamento dall’attività dell’Associazione per un periodo massimo di 12 (dodici) mesi, con la privazione per tutto il tempo della sospensione, di potersi fregiare dei simboli distintivi dei Blue Knight Italy II, viene inflitta per:

 - Gravi mancanze che hanno intaccato a livello locale il buon nome dei Blue Knights Italy II;

 - Almeno 4 (quattro) richiami deliberati nei due anni precedenti;

 - Gravi comportamenti che producano turbamenti nella regolarità della vita associativa;

 - Gravi atti contrari ai doveri derivanti dall’associazione;

 - Frequenza senza necessità ed in maniera da creare problemi al club, di altri gruppi MC.

 - Qualsiasi altra grave mancanza non contemplata precedentemente che, comunque, abbia creato problemi all’associazione.

Viene inflitta su proposta del consiglio direttivo, dall’assemblea dei soci tramite votazione palese e verbalizzata in delibera. E’ immediatamente esecutiva, se inflitta ad un Hangaround , Prospect o Probationary,  ne congela  i tempi di avanzamento per tutta la durata della sospensione. Il socio sospeso, ha diritto all’iscrizione annuale se questa cade durante il periodo di sospensione, dovrà comunque essere cura dello stesso richiedere il modulo all’Associazione.

 ART.14

Espulsione

 

L’ESPULSIONE, consiste nella cancellazione dall’albo dei BLUE KNIGHTS ITALY II del socio che si rende responsabile di gravissime mancanze nei confronti dell’Associazione motociclistica Blue Knights Law Enforcement Motorcycles Club e che  renda incompatibile la sua ulteriore permanenza nell’associazione.

L’espulsione è inflitta per:

 - Gravissimi atti che rivelino mancanza nel senso dell’onore o del senso morale;

 - Gravissimi atti che siano in contrasto con o statuto e/o con la carica direttiva posseduta;

 - Gravissimi atti che producano in ambito nazionale e/o internazionale cattiva pubblicità ai Blue Knights Itali II;

 - Due sospensioni nei tre anni precedenti, di cui almeno una della durata superiore a 6 mesi;

 - Qualunque altro gravissimo atto non sopra contemplato,  che comunque abbia portato gravi problemi all’associazione.

L’espulsione è inflitta su proposta del direttivo, dall’assemblea dei soci con voto segreto e con i due terzi dei voti favorevoli dei partecipanti all’assemblea. 

 Titolo VII

 Procedimento disciplinare

 Art. 15

Modalità d’intervento

 

Ogni socio, è competente a rilevare le infrazioni. Il socio che rileva l’infrazione deve darne immediatamente avviso al  SERGEANT o a qualsiasi altra carica direttiva al momento presente che dovrà farsi carico di valutare la cosa.

Se è il caso, e non viene reperito un membro Direttivo, chiamare in disparte il socio e invitarlo ad un comportamento più consono.

Segnalare l’accaduto al Direttivo.

 Art.16

Procedura per la contestazione e ricorso

Per infiggere le sanzioni più gravi del RICHIAMO, il Consiglio Direttivo di cui non potrà far parte chi eventualmente ha rilevato l’infrazione o è intervenuto per primo su richiesta di un socio,  dovrà contestare per scritto al socio,  l’infrazione commessa con descrizione delle accuse a suo carico e dell’azione che verrà intrapresa nei suoi confronti e invitarlo a produrre entro 30 (trenta) giorni, prorogabili di altri 30 a richiesta, di giustificazioni o audizione di testi a suo favore. La notifica dovrà essere fatta direttamente all’interessato previa firma di ricevuta o con spedizione di raccomandata con ricevuta di ritorno.  Se entro 30 giorni dalla spedizione, non viene accusata ricevuta, la notifica si considera ugualmente valida. Il socio ha diritto a rinunciare alla sua difesa, ma deve dichiararlo per scritto. Il consiglio direttivo, terminati i tempi concessi per le giustificazioni, riunisce non prima di ulteriori 10 giorni, l’assemblea dei soci a cui potrà partecipare l’incolpato, senza diritto di voto, ed esporrà i fatti  accaduti e chiederà il voto sulla sanzione proposta. Tutti i soci hanno diritto di voto, fatto salvo l’incolpato. Le risultanze del voto, sia esso palese per alzata di mano o segreto scritto su apposito modello allegato,  dovranno essere scritte in delibera e decretata la sanzione o l’assoluzione.

Il socio ritenuto colpevole delle infrazioni addebitategli, può in ogni caso far ricorso al consiglio dei saggi entro 30 (trenta) giorni dalla notifica della delibera, che dovrà avvenire nei modi già stabiliti nel presente articolo

  Art. 17

I Saggi

 Il consiglio dei saggi, si compone di tre soci decisi all’occorrenza, di cui uno designato dall’Assemblea dei soci, uno dall’interessato e uno dal Direttivo. Essi si riuniscono e rivalutano l’accaduto secondo nuovi elementi o in base a quanto richiesto dall’incolpato, se ritengono che vi siano elementi sufficienti per un nuovo giudizio, in breve tempo, riuniscono l’assemblea dei soci ed espongono i nuovi o rivisti elementi chiedendo il voto di revisione, che non potrà mai essere più grave di quello già espresso in primo grado. Se non ritengono sufficienti le motivazioni di revisione espresse dall’incolpato, ne decretano il rigetto e lo inviano al Segretario nazionale per l’archiviazione dell’atto e la notifica all’interessato, fatta nei modi di cui all’art.16.

Ogni socio o ex socio,  potrà far ricorso dopo il giudizio del consiglio dei saggi all’organo Europeo dei Blue Knbights, sempre che questi accettino la revisione secondo le modalità internazionali. Nella mora della decisione dell’organo internazionale, resta valido il provvedimento decretato, salvo riassorbirsi in caso di giudizio favorevole .

In nessun caso, si potranno chiedere risarcimenti ai singoli soci o all’Associazione Blue Knight Italy II per le delibere decretate in via disciplinare.

 Titolo VIII

Norme transitorie e finali

 Art. 18

Attivazione transitoria

Entro un anno dall’ entrata in vigore del presente regolamento, tenuto conto che  l’associazione Blue Knights Italy II non aveva mai stilato un regolamento con azioni disciplinari, il presente potrà essere applicato ai soci che verranno ritenuti responsabili di violazioni nel periodo che va dal 1 giugno alla data di entrata in vigore.

 Art. 19

Moduli, modelli e meeting

I modelli che verranno utilizzati per votazioni di cariche, sanzioni disciplinari deleghe o avvisi,  saranno studiati appositamente ed allegati in seguito.

Stante la possibilità di mutazione del fenomeno Bikers in Italia, le regole, che caratterizzeranno la partecipazioni di altri gruppi motociclistici o singoli individui non Blue Knights ai  Meeting  nazionali e/o locali,  saranno discusse di volta in volta e deliberate dal Direttivo, se non deliberate, ne è sempre vietata la partecipazione.

 Art. 20

Rapporti con le Amministrazioni degli associati

Accertato che presso la Direzione Centrale della Polizia Criminale è in atto un’accurata attività info investigativa sulle bande motociclistiche fuorilegge presenti in Italia, alla quale hanno collaborato membri Blue Knights al fine di aiutare gli organi investigativi a comprendere il mondo biker, il Presidente dell’Associazione è tenuto a collaborare con la predetta D.C.P.C., qualora richiesto o autonomamente, al fine di fugare ogni dubbio sulla effettiva natura dell’organizzazione, peraltro già nota. Questo al fine di evitare che, come accaduto nel recente passato, appartenenti ad uffici di polizia incaricati del monitoraggio dei gruppi bikers, palesando la loro totale incompetenza in materia, accomunino i B.K. italiani ad altri pericolosi gruppi di bikers “M.C.”.

Le informazioni che il Presidente fornirà all’organo investigativo saranno deliberate dal consiglio Direttivo del Chapter e saranno improntate alla dimostrazione dell’effettiva differenza dagli altri club MC; in nessun caso tale forma di collaborazione dovrà trasformarsi in una forma di controllo dall’esterno sull’attività svolta dall’Associazione né, tantomeno, in una tacita delega a svolgere attività  investigativa nell’ambiente biker da parte degli associati.

 Art. 21

Norme finali

 Il presente regolamento, è parte integrante dello Statuto dell’associazione motociclistica denominata Blue Knights Law Enforcement Motorcycle Club Italy II, consta di 8 titoli con 21 Articoli ed è soggetto a revisione ed integrazione da parte dell’assemblea dei soci, ad ogni buon conto,  le revisioni e le integrazioni non potranno essere applicate ai fatti antecedenti la delibera dell’assemblea dei soci, fatto salvo quanto previsto dall’art. 18.

 

Blueknights

Visite al sito

6787 Hits